Virus Dengue, primo caso in Italia: scattano le misure di sicurezza in provincia di Vicenza

Sospensione di 28 giorni per i donatori che hanno soggiornato anche solo una notte nel comune di Montecchio Maggiore, in provincia di Vicenza.

Lo comunica la circolare pubblicata venerdì 28 agosto dal Centro nazionale sangue a seguito del primo caso di virus Dengue riscontrato in Italia nella provincia veneta.

Come si legge nel provvedimento “in considerazione della situazione epidemiologica, si dispone la sospensione della raccolta di sangue ed emocomponenti nel comune di Montecchio Maggiore. Tuttavia la sospensione non si applica nel caso di donazione mediante aferesi di piastrine e/o plasma a uso clinico, qualora sottoposti a procedura di riduzione dei patogeni mediante tecniche di inattivazione virale con dimostrata efficacia verso il virus Dengue e, in caso di donazione di solo plasma, se esso è destinato alla produzione industriale di medicinali plasmaderivati”.

fonte: Avis Nazionale