“Il valore di una persona risiede in ciò che è capace di dare e non in ciò che è capace di prendere.”

Qualche giorno fa, a Marina di Ragusa in una delle tante manifestazioni dell’Admo, ho incontrato il presidente dell’Avis regionale Sicilia Salvatore Mandara’ e parlando con lui, mi ha fatto delle domande. Io come al solito, sempre carico di entusiasmo, del resto donatore Admo, donatore di sangue, sempre pronto come volontario ad aiutare gli altri, mi sono fermato,  ed ho dovuto riflettere alle domande che mi ha posto, tra cui: lo sai quanto sia importante una donazione?

Da qualche giorno che penso alle parole giuste per poter descrivere cosa significa fare una donazione di midollo osseo, e tutte sembrano stupide e banali perché dietro un gesto così “piccolo” c’è un grande risultato. Per me cose è stato? È stato cambiare il modo di vedere la vita, almeno in generale, capire che già sono fortunato perché sono sano, in salute e forte, abbastanza da poter donare una nuova vita ad un’altra persona. Perché di questo si tratta, si tratta di tentare di strappare dalla morte e dall’inferno un’altra vita con un gesto privo di rischi. Questa esperienza mi ha fatto e continua a farmi riflettere tanto sulle priorità della vita, ed ho capito che c’è bisogna di tutti. Sensibilizzare, fare comunicazione, promozione così come al dono del sangue in Avis, anche all’Amo, per poter offrire più possibilità a coloro che hanno di bisogno e aspettano il donatore per continuare a vivere. Vivo a Modica, faccio volontariato e dono il sangue all’avis di Modica ed ho imparato ad apprezzare di più le piccole cose,  come la salute, gli amici e la famiglia. Ho capito  che donare è vita che sia sangue, plasma o midollo e non si deve aspettare che ci tocchi da vicino per farlo, bisogna farlo a prescindere, per dare speranza e nuova vita ai tanti malati che aspettano negli ospedali.
Dimenticavo… io sono Gianpaolo Pluchino quello bello con la barba accanto al presidente Admo Claudio Canni.