Unitarietà, Comunicazione e immagine…nella conferenza organizzativa del 23, 24 novembre a Milano

Anche la Sicilia parteciperà il 23-24 novembre Milano all’hotel Radisson Blu alla conferenza organizzativa di AVIS Nazionale.

L’evento interamente dedicato al tema della comunicazione e vi parteciperanno oltre 200 volontari e dirigenti associativi in rappresentanza di tutte le regioni italiane.

La due giorni servirà anche per anticipare i principali contenuti del nuovo manuale dell’immagine coordinata di AVIS, che sarà poi pubblicato nelle settimane successive sulla base delle osservazioni e degli spunti emersi in conferenza.

Oltre a brevi relazioni e interventi in plenaria sui principali temi della comunicazione (campagne di comunicazione, gestione delle crisi e rapporti con i mass-media, utilizzo dei social, raccolta dati), i partecipanti saranno chiamati attivamente a riflettere su questi argomenti nei gruppi di lavoro.

Un ruolo importante, sia nei contenuti sia nella facilitazione dei gruppi, sarà svolto dal gruppo ‘Buone prassi e comunicazione in rete’, avviato due anni fa da AVIS e coordinato dal prof. Andrea Volterrani.

Nella due giorni verranno anche presentati i recenti lavori della consulta giovani in tema di diritti d’autore e privacy e le principali iniziative previste per il 2020, anno della giornata mondiale del donatore di sangue in Italia.

La domenica mattina avrà anche uno spazio specifico di confronto per la società Emoservizi, i cui risultati saranno poi presentati in plenaria.

Come ha spiegato il presidente di AVIS Nazionale, Gianpietro Briola, “ci riuniamo per mettere a tema un argomento importante e strategico qual è la comunicazione.
Lo facciamo coinvolgendo tutta la nostra base, perché è solo attraverso un dialogo proficuo con tutte le sedi che il nostro modo di raccontarci può essere percepito come interessante, coinvolgente e unitario.
E proprio l’unitarietà sarà l’altro aspetto centrale della conferenza. AVIS, pur nella specificità dei suoi territori, deve imparare a parlare con una sola voce e a essere consapevole e orgogliosa del suo marchio.
Il nuovo manuale su cui discuteremo vuole proprio rafforzare l’immagine di un’Associazione che in modo coeso vuole affrontare le sfide delle nuove tecnologie”.