Tina Montinaro… all’Assemblea dell’Avis, racconta la strage di Capaci

La 51 esima Assemblea Regionale  dell’Avis Sicilia a Santa Flavia in provincia di Palermo. presieduta da presidente Salvatore Mandarà, ha avuto la presenza  di Tina, moglie di Antonio Montinaro, caposcorta di Giovanni Falcone ucciso nella strage di Capaci, assieme alla moglie Francesca Morvillo e tre agenti della scorta, Vito Schifani, e Rocco Dicillo. Gli unici sopravvissuti furono gli agenti Paolo Capuzza, Angelo Corbo, Gaspare Cervello e l’autista giudiziario Giuseppe Costanza.  Dopo gli applausi dell’Avis per ricordare 29 anni dopo le vittime di quella strage, Tina racconta.. “Continuo a andare in giro per l’Italia, comi come oggi a Palermo, a parlare di mio marito che con la sua morte ha dato l’esempio al mondo”.“Anche un esercito di donatori può combattere la mafia”.”ho deciso di restare a Palermo e sono i mafiosi che se ne devono andare…” Occorre ancora combattere per ” La legalità è la libertà  nostro compito che si fonda su valori importanti per la crescita delle giovani generazioni”, e se qualcuno di voi dovesse chiedermi se vado via da Palermo… io a voi tutti rispondo di No ! Giulia Buono, Pasquale Bucolo e Emilio Russo, omaggiandola con i fiori … gli hanno detto… grazie.