Tatuaggi, piercing e donazione di sangue

Tatuaggi e piercing perforano la pelle e aprono una strada per gli organismi che possono causare malattie. Malattie come l’HIV e l’epatite B e C sono tutte infezioni virali che possono essere trasmesse attraverso la contaminazione del sangue sugli aghi usati nei tatuaggi e piercing.

Per questo motivo in caso di tatuaggio o piercing sul corpo, compreso il foro al lobo dell’orecchio, i donatori di sangue vengono sospesi temporaneamente dalla donazione per 4 mesi

Dall’aprile del 2005 con l’entrata in vigore del Decreto “Protocolli per l’accertamento della idoneita’ del donatore di sangue e di emocomponenti” la sospensione è passata da un anno a 4 mesi.

Il motivo di questa modifica dipende dal fatto che, oltre alla ricerca degli anticorpi contro l’AIDS e contro l’epatite C,  fra gli esami di validazione delle sacche donate, si è introdotta anche la ricerca del genoma degli stessi virus con tecnica di amplificazione (NAT), accorciando notevolmente il loro rispettivo “periodo finestra”.

E’ stato così possibile ridurre la durata delle sospensioni, garantendo comunque una maggior sicurezza delle trasfusioni.

Diamo qualche informazione riguardo ai piercing, visto che lo scopo della nostra Associazione è anche quello di fare prevenzione

Chiunque si sottopone a tatuaggi e a body-piercing deve avere ben chiari alcuni concetti, proprio per una sua sicurezza personale, inoltre deve verificare che chi effettua il lavoro rispetti le norme igieniche di base.

Intanto che cos’è il body-piercing: si può definire come l’inserimento cruento di anelli, metalli di diverse forme e fattura in varie zone del corpo.

Tenuto conto della notevole diffusione in Italia di tatuaggi e body-piercing e considerato che la possibilità di trasmissione di infezioni quali epatite B, epatite C e AIDS attraverso il sangue, mediante procedure che implicano l’impiego di aghi e strumenti taglienti è stata dimostrata da numerosi studi epidemiologici.

Memorandum per chi si sottopone a tatuaggio o inserimento nella cute di anelli od orecchini (piercing):

  • Ti sei consigliato con qualcuno ?
  • Lo sai che il tatuaggio consiste nell’introduzione nella cute di pigmenti di varia natura?
  • Lo sai che è definitivo e che per allontanarlo, qualora possibile, è necessario un intervento di chirurgia plastica che lascia comunque esiti cicatriziali?
  • Lo sai che con il tatuaggio o con l’inserimento nella cute di anelli od orecchini sono potenzialmente trasmissibili diverse malattie infettive tra le quali le epatiti e l’AIDS?
  • Lo sai che il rischio di malattie infettive è notevolmente ridotto o eliminato con il rispetto da parte dell’operatore di alcune norme fondamentali di igiene, disinfezione e sterilizzazione ?
  • Sei portatore di una malattia della pelle? In tal caso consigliati prima con il tuo medico?
  • Lo sai che puoi essere o diventare allergico ai pigmenti o ai metalli?
  • Lo sai che sulla pelle infiammata non si possono fare tatuaggi o inserire anelli od orecchini per la possibilità di gravi infezioni?
  • Hai capito bene quali sono i rischi a cui ti esponi?
  • Lo sai che prima di essere sottoposto a tatuaggi e piercing devi essere vaccinato contro l’epatite B?
  •