Sicilia: I test sierologici per i donatori di sangue

Il 4 Maggio l’Assessorato della Salute di Palermo ha inviato alle aziende sanitarie e ad alcuni organi istituzionali regionali, una circolare dove sono indicate le “Disposizioni in materia di utilizzo dei test per la ricerca degli anticorpi anti-Sars-CoV-2”. Nella nota sono predisposte le modalità operative per la selezione dei laboratori e dei gruppi che verranno sottoposti a screening sierologico nella regione.

Salvatore Mandarà, presidente Avis e portavoce Civis della regione Sicilia, spiega qual è la situazione: “Nonostante la circolare emessa dall’Assessorato della Salute, i test sierologici non sono ancora partiti nella maggior parte del territorio regionale. Il Coordinamento Interassociativo Volontari Italiani Sangue, composto da Avis, Fratres, Fidas e Croce Rossa, si è organizzato per collaborare al meglio con le istituzioni per l’avvio dei test. Il 26 aprile abbiamo dato la disponibilità delle sedi su tutto il territorio”.

Intanto sta per partire la ricerca finalizzata dal Ministero della Salute, nella quale l’Istat avrà un ruolo centrale, cercherà d’individuare attraverso test sierologici quale potrebbe essere la percentuale di popolazione che ha incontrato il Covid-19 e sviluppato quindi una risposta immunitaria. Anche l’Avis Sicilia, coinvolta dalla Croce Rossa Italiana, coinvolta nello studio, con l’apporto  dalle associazioni locali.