Percorsi in-formazione a Ragusa… “per un’Avis sempre pronta alle sfide del cambiamento”

A Ragusa , sabato 16 ottobre 2021, ore 9,00 Resort Poggio del Sole, Strada Provinciale 25, Km. 5,7

1° modulo “ La Srutturazione associativa ed i fattori chiave di vita e successo organizzativo”

Con questa iniziativa, l’Avis Provinciale di Ragusa intende promuovere una riflessione individuale e di gruppo sulle “fasi strategiche” del processo di cambiamento continuo che ha caratterizzato e trasformato la vita dell’associazione – regole, attività e ruoli negli ultimi dieci anni. Intende altresì riconsiderare tutti gli “stadi evolutivi” di un impegno di partecipazione nuova, consapevole ed efficace – dagli approcci concettuali (valori e motivazioni) a quelli operativi (pratiche e funzioni) – determinati dall’assunzione di ruolo in una situazione organizzativa decisamente mutata.

Il cambiamento si identifica, sul piano organizzativo della mission, con il SISTEMA INTEGRATO RAGUSA (S.I.R.) che ha portato le Avis della provincia di Ragusa a un “compattamento” nel sistema associativo e trasfusionale del territorio provinciale e su quello giuridico/istituzionale, dalla nuova legge sul Terzo settore. Finalità. In pratica – con una serie coordinata di incontri, articolati in singole o più tematiche – si vuole facilitare la riconsiderazione della realtà associativa quanto mai opportuna per acquisire e consolidare una visione “olistica” che orienti la partecipazione di tutti verso un progetto di governo organico, capace di comprendere e superare le complessità per raccogliere le sfide presenti e future con la consapevolezza e le motivazioni essenziali per vincerle.

I contenuti. Il primo incontro è dedicato ai temi della strutturazione associativa ed ai fattori chiave di vita e di successo organizzativo. I successivi affronteranno gli argomenti relativi al Sistema Integrato Ragusa (S.I.R.) e alla gestione sanitaria della raccolta delle UdS , tutti aspetti che riguardano l’attuale assetto organizzativo e funzionale dell’Associazione. Dobbiamo però avere anche la visione di una nuova dimensione che l’Avis dovrà assumere guardando al futuro. In questa prospettiva appaiono cruciali temi quali la qualità della relazione – soprattutto in una logica di sistema – la gestione delle complessità, la ricerca una nuova strutturazione organizzativa di rete, nonché approfondimenti specifici su vari argomenti. La scelta di metodo. L’iniziativa appare quanto mai opportuna per promuovere, sia una conoscenza più accurata e solida dell’Associazione, sia una riflessione comune sul corso delle continue mutazioni ed i loro riflessi sulla vita e la gestione associativa. In questo senso,i contenuti iniziali del progetto sono stati pensati per un approccio non selettivo, monotematico ma “generalista, e con il complemento, anche se parziale, di altri argomenti, in modo da trasmettere il senso compiuto delle questioni che si associano alle tematiche. Ciò non esclude affatto gli approfondimenti che si ritengono necessari.

Le ragioni della partecipazione. Spero che questa schematica rappresentazione del Progetto di formazione sia sufficiente a cogliere il senso profondo dello sforzo, gravoso e faticoso (operativo e intellettivo), che sostengono tutti coloro che, a vario titolo, si occupano della gestione associativa e che dovranno sostenere in un futuro sempre più impegnativo. Ritengo che lo sforzo che sta facendo l’Avis Provinciale rappresenti per tutti, soprattutto i giovani, un’occasione di crescita, individuale e di gruppo, da non perdere e da valorizzare al massimo per aver un’Avis sempre più efficace, efficiente e vicina a chi soffre.

Cav. Franco Bussetti (Area Formazione Avis Prov, Rg)

Dott. Salvatore Poidomani  (Presidente Avis Prov. Rg)

invito-programma