Il messinese Tony Saccà… pesidente nazionale FASTED

La Sicilia è una delle regioni più colpite dalla talassemia: i dati del 2018 ci portano a quasi  2700 i pazienti censiti, mille in più rispetto alla Sardegna, i restanti 3000 sono presenti su tutta la penisola italiana. La  Fasted, è una delle associazioni maggiorenti in Italia ed un punto di forza in Sicilia presente in tutte le province dell isola. Associazione autorevole quindi Fasted Sicilia, che negli anni  è riuscita a fare rete con le associazioni del volontariato del sangue che sono i primi partner con cui programmare e progettualizzare iniziative che possano evitare le emergenze sangue. Importanti i risultati di Fasted degli ultimi anni che hanno portato maggior tutela ai pazienti affetti da talassemia nella nostra regione. La città di Messina se pur rimanendo come area metropolitana in difficoltà al raggiungere quell’autosufficienza ematica che permetterebbe di evitare criticità estive, rimane quel punto di debolezza di un sistema trasfusionale siciliano che ha bisogno ogni anno oltre 45.000 sacche di sangue.

Sabato scorso si sono svolte, a Roma, le elezioni per il rinnovo del consiglio direttivo della United Onlus. La federazione nata nel 2012 per riunire le varie anime rappresentative delle organizzazioni locali e regionali a tutela dei malati di talassemia, drepanocitosi e anemie rare.  Il messinese Tony Saccà, già presidente della Fast Messina Onlus, è stato eletto presidente, con lui il vicepresidente Andrea Tetto (federazione di Torino), la tesoriera Luana De Gioia (Brindisi) ed i consiglieri Giuseppe Tavolino (Ragusa), Alfonso Cannella (Catania), Enrico Martinelli (Caserta) e Costanza Musci (Firenze). Il nuovo direttivo avrà il compito di proseguire il lavoro di ponte con le istituzioni nazionali e internazionali a tutela dei malati e della famiglie; lo scopo primario resta quello del diritto all’assistenza globale e alla parità sociale, attenzione particolare anche alle pari opportunità di lavoro, ambito dove spesso è possibile trovare resistenze.

L’augurio a Tony arriva da Salvatore Mandarà coordinatore Civis e presidente regionale Avis Sicilia, per un lavoro improntato sulla sinergia, sulla cittadinanza attiva, sulla sussidiarietà collaborazione con le massime espressioni dell’altruismo e della solidarietà mettendo in luce sempre l’importanza del dono del sangue, il buon uso con l’obiettivo primario dell’autosufficienza ematica.