La formazione ai giovani del Servizio Civile, approda in Biblioteca comunale a Santa Croce

La formazione, intesa come preparazione allo svolgimento del servizio civile, ha la finalità di accrescere nei giovani la partecipazione attiva alla vita della società e la consapevolezza sul significato della scelta e dell’esperienza di servizio civile universale.
Aspetto qualificante del servizio civile universale, destinato ad assumere sempre maggiore rilevanza nel futuro, è, accanto ad una presa di coscienza negli operatori volontari della dimensione di servizio alla comunità, anche il conseguimento di una specifica professionalità: l’esperienza di servizio civile – dice Gianpiero Saladino presidente dell’Avis Provinciale di Ragusa – deve  rappresentare un’occasione di apprendimento e di acquisizione di conoscenze specifiche importanti e necessarie nel proprio percorso di vita.

La giornata formativa, ha voluto sviluppare i temi dell’accoglienza, con la capacità di rendersi quanto più possibile utili ai processi di sensibilizzazione e promozione al dono del sangue, con Annarita Crucetta che attraverso il lavoro di gruppo, interattivo, nella mattinata ha fatto emergere la personalità di ognuno dei volontari presenti e con il direttore sanitario dell’Avis comunale di Santa Croce Camerina, che ha ospitato l’evento formativo, che ha sottolineato la necessità della conoscenza di tutto ciò che avviene prima  e post donazione, con al centro dell’attenzione “Il Donatore”. Infine la testimonianza di Claudio Canni, attraverso la relazione  sul Terzo Settore e le reti associative, ha messo in luce, non solo la donazione del midollo, ma anche la necessità di fare rete “per fare bene il bene”, attraverso un volontariato che sia ancor più competente e qualificato.