Grazie a tutti i donatori… per la preziosa generosità.

Sono tanti i donatori che domenica si sono recati presso le Unità di raccolta, i punti di raccolta e le autoemoteche delle Avis per la donazione di sangue e plasma, ed hanno pensato bene, di farla proprio nella giornata mondiale del donatore di sangue, istituita nel 2004 dall’Organizzazione mondiale della sanità.

“Il 14 giugno si celebra la giornata mondiale del donatore di sangue. L’OMS ha scelto questa data in onore di Karl Landsteiner che, con la scoperta dei gruppi sanguigni nel 1900, gettò le basi scientifiche e tecniche della trasfusione moderna – sottolinea Salvatore Mandarà, presidente regionale dell’Avis Sicilia -. Prima di allora le trasfusioni di sangue erano tentativi dall’esito incerto. Questo ci fa capire ancora di più l’importanza di un gesto, quello della donazione di sangue, che è allo stesso tempo emotivo e ragionato. Con lo stesso sentimento, i donatori e volontari Avis hanno risposto all’appello anche nei mesi di lockdown, hanno messo a dura prova tutto il sistema sanitario, assicurando la loro preziosa disponibilità e recandosi responsabilmente a compiere quel gesto che era, ed è ancora oggi, fondamentale per la salute di chi soffre”.

Quest’anno, il coronavirus,  non ha consentito l’organizzazione di eventi per questa ricorrenza ed Avis Regionale Sicilia, assieme alla Provinciale di Siracusa ha partecipato nella sede dell’Avis Comunale di Siracusa, alla presenza del Sindaco della città aretusea,  ad onorare con l’alza bandiera il tricolore Italiano e la bandiera con le effigie dell’Avis.

Poteva essere una domenica come le altre ma la numerosità dei donatori e degli aspiranti che si sono presentati presso le nostre sedi Avis, ha fornito una nuova dimostrazione del fatto che tanti cittadini hanno individuato il modo migliore per celebrare questo importante evento, effettuando una donazione. mentre i presidenti e i dirigenti associativi Avis, ringraziano i donatori di sangue patrimonio dell’associazione e portatori di altruismo e solidarietà.