Corso BLS-D all’ Avis di Vittoria

Si è svolto ieri mattina il progetto Avis (Associazione Volontari Italiani del Sangue) e ASSOFORMATORI (Associazione di Professionisti Istruttori e Formatori nazionali), denominato “Salva un Cuore in Città” presso l’Auditorium dell’Avis Comunale di Vittoria, un progetto di formazione e certificazione per 12 operatori BLS-D (BASIC LIFE SUPPORT DEFIBRILLATION), addetti ai lavori del Comparto Sicurezza, nello specifico: 4 agenti della Polizia di Stato, 4 militari dell’Arma dei Carabinieri, 2 agenti della Guardia di Finanza e 2 agenti del Corpo di Polizia Municipale di Vittoria. Il corso ha la finalità di avere nel territorio delle figure addestrate ed abili ad intervenire in caso di Emergenza con le principali nozioni di Soccorso e, nel bisogno e possibilità, di usare un Defibrillatore semiautomatico, fondamentale per Salvare delle Vite. “Abbiamo pensato all’utilità di avere delle persone pronte e capaci di intervenire in determinati casi di emergenza, usando i defibrillatori che ormai si trovano in alcuni punti della Città oltre che nelle scuole”, il commento del Presidente dell’Avis vittoriese Giovanni Carbonaro e ancora: “ringrazio i Comandanti e Dirigenti del Comparto Sicurezza per aver subito aderito all’iniziativa, “Salva un Cuore in Città” è il primo corso in simbiosi con ASSOFORMATORI, mi auspico di ripeterlo almeno una volta l’anno. Avere più persone formate che pattugliano le nostre strade è una sicurezza per la tutela della salute di chi dovesse trovarsi in determinate difficoltà, dove un tempestivo intervento, dà elevate garanzie di risoluzione dell’emergenza. Gli operatori coinvolti hanno seguito la lezione teorica e pratica con i formatori Dr Gaetano Giarratana specialista in anestesia e rianimazione, il Luogotenente Nicola Castellana già infermiere in AM e la sig.ra Silavana Catanorchi coll.capo con profilo sanitario P.S. in quiescenza. “Siamo lieti per questa collaborazione con l’Avis, il corso certifica gli Operatori alla Rianimazione Cardiopolmonare e Defibrillazione precoce, negli adulti, ma anche nei bambini e lattanti, inoltre per una completezza di informazioni vengono formati per le manovra di heimlich indispensabile in caso di soffocamento da corpo estraneo e disostruzione pedriatica”, ci spiega il Luogotenente Nicola Castellana. “delle iniziative propositive per il nostro territorio, vista ormai la presenza sul territorio ibleo di numerosi apparati istallati nelle scuole ed in vari punti delle città, avere l’uomo giusto al posto giusto sicuramente contribuisce non poco per la salvezza di una Vita in caso di difficoltà. Un prossimo obbiettivo sarà quello di stilare una mappa sull’ubicazione dei defibrillatori nel territorio e consegnarla alle forze dell’Ordine”. Il commento del dr. Gaetano Giarratana.