In consulta giovani… solo aggregazione, formazione e divertimento.

Montalbano Elicona- Aggregazione, formazione e divertimento. Sono queste le tre parole che hanno fatto da protagoniste al Forum Giovani Avis Sicilia 2019 “Malattie veneree :conoscerle per prevenirle” , che si è svolto il 2 e 3 marzo a Montalbano Elicona. Circa ottanta persone, tra partecipanti (volontari dai 18 ai 35 anni), relatori e organizzatori si sono ritrovate nel Borgo dei borghi 2015 per conoscere, approfondire e confrontarsi sul tema delle malattie veneree.

Il forum, organizzato dalla Consulta Giovani Avis Sicilia in stretta collaborazione con Avis Sicilia è stato il frutto di un intenso lavoro da parte dell’esecutivo, coordinato egregiamente da Lucia Scala, che grazie alla grande capacità organizzativa della refente per la provincia di Messina, Carmen Minutoli e la perfetta sinergia con l’Avis Regionale, in particolare con il presidente Salvo Mandarà, ha dato prova di quanto i giovani, all’interno dell’associazione sappiano gestire professionalmente gli impegni le responsabilità a loro affidate.

“Il progetto – ha dichiarato un’emozionata Carmen Minutoli- studiato ed organizzato per mesi dalla Consulta Giovani mi ha permesso di realizzare l’evento nel mio piccolo borgo. Tenevo molto che i volontari avisini conoscessero Montalbano Elicona ed una così cospicua presenza mi rende molto soddisfatta dell’impegno profuso. Sono stati giorni di intenso lavoro, di confronto e – ha continuato la refente provinciale di Messina – anche divertimento e amicizia. Spero che a tutti i partecipanti sia rimasto il ricordo di un’esperienza positiva da aggiungere al loro bagaglio personale”.

Sette professionisti hanno approfondito il tema trattato, sia dal punto di vista medico che psicosociale ed hanno risposto, a fine forum, alle domande che i ragazzi, in maniera anonima, hanno scritto su dei bigliettini ed inserito in una scatola.

“Ho visto- ha evidenziato Lucia Scala- ragazzi molto attenti agli interventi dei relatori, che sono stati molto professionali e allo stesso tempo hanno utilizzato un linguaggio semplice. Questa è una grande soddisfazione per me e per tutto l’esecutivo che per mesi ha lavorato alla realizzazione di questo evento, curando ogni dettaglio”.

“Queste giornate – ha sottolineato il presidente Mandará – ci hanno permesso di realizzare quello che riteniamo sia importante per Avis, cioè comunicare e sensibilizzare le nuove generazioni a determinati temi. La nostra associazione – ha aggiunto il presidente regionale- che vede nella donazione del sangue la sua mission, deve attenzionare le malattie sessualmente trasmissibili e deve farlo attraverso la formazione, che, se fatta da persone giuste ci permette di avere un linguaggio da adottare anche all’interno delle scuole, mettendoci nella condizione di informare e orientare i donatori e coloro che potrebbero diventarlo ad uno stile di vita molto diverso da quello che spesso si tende ad assumere purtroppo in modo irragionevole. Un ringraziamento particolare per questa possibilità di formazione e confronto devo rivolgerlo con orgoglio ai miei ragazzi della Consulta Giovani che mettono il cuore, la passione, l’anima e soprattutto la faccia in quello che fanno e si spendono nel sostenere un ‘Avis che deve essere sempre più protagonista”.

Consulta Giovani Sicilia