Le donazioni in totale sicurezza sull’ Autoemoteca e l’Avis di Enna dona mascherine e guanti ai donatori, al centro trasfusionale, al 118 e al Pronto Soccorso

Su disposizione e autorizzazione della direzione sanitaria dell’ASP, sono partite da lunedì  mattina le donazioni sull’autoemoteca, posta nell’area adiacente il salone conferenze dell’ospedale Umberto I accanto all’ingresso principale. Si può donare, è importante donare, sempre previo appuntamento, la modalità di prenotazione rimane invariata e verrà effettuata sempre chiamando il 380 21 95 246.

La nostra struttura ospedaliera è stata attrezzata per l’emergenza corona virus e questo eviterà a tutti i donatori – dice Francesco Iudica direttore generale dell’ ASP 4 di Enna – di entrare all’interno dell’ospedale e quindi poter donare in totale sicurezza dentro una struttura mobile nuovissima, che ha tutti confort necessari per non far mancare nulla ai donatori di sangue.
L’Avis comunale di Enna sta inoltre distribuendo mascherine e guanti non solo a tutti i donatori, ma anche al personale del Centro Trasfusionale, del nostro Pronto Soccorso e agli operatori del 118 di Enna affinché possano svolgere il loro lavoro in sicurezza.
“Vogliamo ringraziare – dichiara il presidente dell’Avis di Enna, Giulia Buono – i numerosi donatori che hanno risposto ai nostri appelli nei giorni scorsi recandosi a donare. Vi chiediamo – continua il presidente – di non smettere di compiere questo importante gesto, dobbiamo aiutare tutti i medici e gli infermieri che ogni giorno lavorano senza sosta per salvare la vita di molte persone. A noi donatori è stato affidato il compito di salvare queste persone “.
Non bisogna dimenticare che molte malattie non sono state messe in stand by dal Coronavirus e continuano ad uccidere molte persone. Va ricordato che la donazione è considerata un valido motivo per uscire da casa, serve avere il tesserino Avis e l’autocertificazione. Inoltre se stampate a casa il questionario potrete risparmiare tempo.
L’Avis di Enna rivolge un particolare ringraziamento al proprio Centro Trasfusionale e a tutto il personale dell’ Umberto I per la continua dimostrazione di professionalità nonostante il difficile momento.
Non molliamo, insieme ce la faremo!