Avis di Calascibetta… c’è ancora tanto da fare contro la violenza di genere

Purtroppo ancora oggi sono tante le donne che non denunciano gli uomini colpevoli della violenza, e preferiscono subire in silenzio lo sfregio, fino a mettere continuamente a repentaglio la propria vita.

E’ necessario che se ne parli, cosi come si sta facendo con il triangolare di calcetto, sempre coinvolgendo tutti, tutti coloro che credono nel rispetto dei valori della vita. Saranno in campo l’ads Azzurra calcio Calascibetta, l’Enna calcio e la happy vespa club di Enna, con la vicinanza della UISP locale e del Comune di Calascibetta e con l’Avis provinciale di Enna sempre attenta a tutte quelle problematiche legate al sociale.

Non basta sicuramente una partita  per tenere alta l’allerta, ma almeno nella piccola comunità di Calascibetta tutte quelle donne sensibili – dice Laura Marsala presidente dell’Avis della cittadina ennese – ci provano e non aspettano il 25 novembre giornata mondiale contro le violenze di genere. Con l’Avis in prima linea vogliamo far passare un grande messaggio – continua la presidente Avis – servirebbero in tutti i comuni d’Italia delle postazioni di civiltà per insegnare quella che si chiama la “capacità di accettare”  un punto di vista, una decisione o una scelta diversa senza per questo dover essere perseguitate  e nei casi estremi uccise.  E non possiamo affidarci sempre e soltanto alla generosità dei volontari – conclude Laura Marsala – che oggi sono quelli che consentono il veicolare di messaggi positivi contro qualsiasi violenza di genere soprattutto tra le nuove generazioni e la presenza oggi del presidente Regionale Avis Sicilia Salvatore Mandarà ne testimonia l’importanza.

  Risultati immagini per avis contro le violenze di genere  Risultati immagini per avis contro le violenze di genere