Al via la donazione di plasma iperimmune. Tanto tuonò che piovve…

Era il 27 aprile quando l’Avis Regionale Sicilia esternava all’assessore Ruggero Razza la necessità di aggiungersi alle 12 regioni che avevano condiviso il progetto Tsunami sull’utilizzo del plasma iperimmune derivante da donatori guariti dal contagio e con due tamponi negativi.

Ci sono voluti altri quattro mesi per evidenziarne i risultati, passando dallo scopo compassionevole a quello che può realmente salvare vite umane. L’Avis Regionale Sicilia e le associazioni dei donatori di sangue, autorizzati dall’art. 7 della legge 219 del 2005, adesso metteranno in campo tutti i volontari e dirigenti che in piena e totale gratuità, da sempre dimostrata con la Regione Sicilia, in particolare con il CRS  e l’assessorato alla Salute e le ASP  del territorio siciliano, per mettere ancora in luce, qualora ve ne fosse di bisogno l’importanza del ruolo dei donatori di sangue e di plasma.

Allora anch’io… invito tutti i donatori e non donatori guariti da covid 19  a dare la propria disponibilità all’associazione donatori della propria città che avrà cura di predisporre un elenco di volontari immuni che in qualsiasi momento potranno essere convocati, studiati e valutati al fine di donare questa preziosa unità di Plasma Iperimmune.

Mi piace riportare parte della lettera del dott. Pietro Bonomo nel dare i criteri di selezione del donatore e per le successive fasi di qualificazione del prodotto dove in particolare specifica che il donatore deve avere le seguenti 4 caratteristiche:

1)Guarito da COVID 19 con doppio tampone negativo.

2)Plasma del donatore con anticorpi neutralizzanti il virus COVID 19 con titolo superiore a 1/160 (pare che solo il 20% dei guariti abbiano queste caratteristiche anticorpali indispensabile per una cura efficace).

3) Avere tutti gli esami previsti per i donatori di sangue nella norma ed in più alcuni test virali aggiuntivi (parvovirus,epatite A,Epatite E,Covid).

4)Non ci sono limiti di età per questa tipologia di donazione.

Cosi anch’io mi associo nel Ringraziare anticipatamente quanti comunicheranno i loro nominativi dimostrando una solidarietà di altissimo profilo etico e umano.

Salvatore Mandarà presidente dell’Avis Regionale Sicilia.