ANCI e AVIS… sempre insieme per la donazione di sangue

L’ANCI Sicilia sollecita i sindaci siciliani ad incentivare la cultura della donazione  tra i propri concittadini, soprattutto nel periodo estivo, quando l’emergenza sangue rischia di diventare  insostenibile.
“E’ necessario favorire e promuovere lo sviluppo di azioni volte alla crescita della cultura della donazione in particolare tra le giovani generazioni, quale atto importante di solidarietà”.  Hanno dichiarato Leoluca Orlando e Mario Alvano, presidente e segretario generale di ANCI Sicilia.
“Malgrado il continuo impegno abbiamo, purtroppo, assistito, in questi mesi, a un sensibile calo delle donazioni a causa dell’emergenza sanitaria da Covid-19 e nonostante ci siano stati meno interventi chirurgici – continuano Orlando e Alvano – il rischio è che le donazioni si esauriscano ulteriormente a causa delle ferie estive, con inevitabili e conseguenti disagi per un gran numero di pazienti con patologie gravi che necessitano di continue trasfusioni. E’ per questo, quindi, che facciamo appello a tutti gli amministratori siciliani – continuano Orlando e Alvano -. affinché  si adoperino in una proficua campagna di sensibilizzazione e utilizzino tutti gli strumenti di comunicazione e informazione  utili ad incentivare la donazione di sangue,  nel totale rispetto delle norme di sicurezza anti-Covid”. Un incontro proficuo, quello della delegazione dell’Avis Sicilia, con il suo presidente Salvatore Mandarà e Salvatore Calafiore, presidente dell’Avis provinciale di Palermo che hanno valorizzato il ruolo dei sindaci con le associazioni di volontariato ed in particolare per la donazione del sangue ed hanno tracciato l’impegno congiunto di di oltre un centinaio di Comuni che hanno avviato percorsi comuni puntando su valori civici, etici e sociali.
“Donare il proprio sangue è certamente uno dei più significativi fra gli  atti di solidarietà che può realizzare un cittadino e d’altro canto accrescere la cultura della donazione in una comunità può rappresentare una delle azioni di maggior valore che ogni amministratore possa fare”. Aggiunge il presidente Orlando –  “Vogliamo rivolgere il nostro sentito ringraziamento a tutte le associazioni ed in particolare le Avis di tutto il territorio siciliano – conclude Orlando -bche con il proprio impegno rendono possibile che il gesto di solidarietà di tanti cittadini si trasformi in uno strumento a tutela della salute pubblica nei 390 comuni dell’Isola”.